#IJF18 WebMagazine
INTERNATIONAL JOURNALISM FESTIVAL
Perugia, Italy, 11-15 April 2018

Italian

April 11, 2018

Alla scoperta di #ijf18

Una città medievale di rara bellezza, un festival innovativo e mai scontato, aperto a tutti, capace di aggregare e coinvolgere intelligenze, energie, entusiasmi senza confini. La XII edizione del Festival Internazionale del Giornalismo è pronta a ospitare 5 giorni di dialoghi, confronti, workshop, interviste, spettacoli, musica e documentari.

Un mondo in continuo cambiamento, un giornalismo che affronta sempre nuove sfide dalla rivoluzione digitale alle guerre non “accessibili”, ai movimenti di protesta e alle democrazie in crisi, all’attacco ai giornalisti nel cuore stesso dell’Europa. Tra gli argomenti dell'edizione 2018: disinformazione, cambiamento climatico, cyber guerra e propaganda, intelligenza artificiale, alt-right e populismo, crisi umanitarie, giornalismo investigativo, reddito di base, fiducia nei media, migrazioni, fact-checking e debunking, data journalism, engagement, start-up, alfabetizzazione alle notizie, giornalismo locale, molestie sessuali sul luogo di lavoro, diversità e inclusione, servizio pubblico, business model, libertà di espressione, filantropia nei media, e tanto altro ancora.

Arriveranno da tutto il mondo anche i volontari, studenti, aspiranti giornalisti, fotografi provenienti da 21 diversi paesi: Austria, Australia, Belgio, Bulgaria, Columbia, Francia, Germania, Grecia, Kenya, Camerun, India, Italia, Messico, Pakistan, Regno Unito, Russia, Spagna, Stati Uniti, Taiwan, Tunisia, Uruguay.

Più di 300 eventi nel centro storico di Perugia, oltre 700 speaker da 44 paesi, e come sempre tutto rigorosamente a ingresso libero e in live streaming. Tutti i contenuti del Festival saranno disponibili anche on-demand sulla piattaforma media.journalismfestival.com e su YouTube.

Nel frattempo, per darvi un’idea di cosa sarà #ijf18, abbiamo preparato questa breve guida alla scoperta degli eventi previsti.

#ijf18TALK

Talk di circa 20 minuti che affronteranno i temi al centro della discussione pubblica e ci racconteranno storie di impegno per la democrazia e la libertà.

#ijf18talk di Jay Rosen. Fare giornalismo è conquistare la fiducia dei lettori +info►

Siamo ancora ai primi campanelli d'allarme per i gruppi editoriali che scoprono come il mercato delle inserzioni non sarà mai un mezzo affidabile di sostegno economico. Intanto, in ogni parte del mondo il giornalismo è alle prese con il problema della fiducia, tra l'estrema polarizzazione dell'opinione publica e il dominio di un'industria tecnologia che appare indifferente al destino di una stampa libera. L'abbonamento attrae sempre più editori come via di fuga da questo panorama travagliato. Fornirebbe introiti per sostituire quelli dalla pubblicità e un clima più favorevole per contrastare i troll. Se hai degli abbonati - e i loro numeri di carta di credito - non devi preoccuparti più di tanto se gli algoritmi di Facebook cambiano. Ma il prezzo da pagare è alto. I paywall digitali impediscono al giornalismo di cercare il suo pubblico naturale e limitano la diffusione dei lavori migliori. È difficile essere un servizio pubblico quando parli solo a quella parte di pubblico che conosce il prodotto ed è disposto a pagare per un accesso regolare. Questo è il problema che il Membership Puzzle Project (di cui Jay Rosen è direttore) sta cercando di risolvere. Ci si concentra sui modelli di membership perché non implicano un paywall. Questo tipo di lettori desiderano il lavoro che supportano per diffonderlo il più ampiamente possibile. D'altra parte, la membership richiede maggiore trasparenza, più interazioni con i sostenitori e la volontà di ottimizzare l'organizzazione in funzione della fiducia. "Ottimizzare in funzione della fiducia": nel talk vedremo il significato di questa frase.

#ijf18talk di James Risen. Il più grande dei segreti: la vita al NYT all'ombra della guerra al terrore tra scoop e scontri di potere +info►

Jim Risen è un autore di bestseller ed ex corrispondente del New York Times. Attualmente è inviato di The Intercept per la sicurezza nazionale e direttore del Fondo di Difesa della Libertà di Stampa di First Look Media, dedicato al sostegno legale di testate, giornalisti e whistleblower. Risen ha condotto una battaglia di sette anni, rischiando il carcere, contro le amministrazioni Bush jr e Obama, quando il Governo ha provato a costringerlo a rivelare l'identità di alcune delle sue fonti confidenziali in un'inchiesta. Risen non ha mai ceduto, e il governo alla fine si è tirato indietro. Come inviato del New York Times ha vinto il Premio Pulitzer nel 2006 grazie all'inchiesta sul programma di spionaggio interno della National Security Agency, ed è stato nel gruppo di giornalisti nominati nel 2002 per la copertura degli attacchi terroristici dell'11 settembre. In un articolo pubblicato su The Intercept il 3 gennaio del 2018, Risen ha raccontato la su esperienza come reporter specializzato in intelligence nel New York Times, la difficile relazione con i servizi segreti americani e le pressioni subite dal suo stesso giornale. Risen, infatti, non ha dovuto lottare solamente contro le resistenze del Governo ma anche contro i suoi stessi superiori, che in diverse occasioni hanno provato a silenziare i suoi reportage. Alcuni editor del Times avevano dato grande rilevanza alla notizia della presenza di armi di distruzione di massa in Iraq, senza avere alcuna prova che questo fosse vero. Risen ha testimoniato come all’interno del giornale esistesse una frangia collusa con la CIA, la NSA e la Casa Bianca con l’obiettivo di censurare il suo lavoro.

...

INCONTRO CON

Insert you caption here

Antonio Pascale

Da Pinocchio a MasterChef. Il quadro dell'agricoltura in tre foto di famiglia +info►

Gianluigi Nuzzi

Peccato originale +info►

Nathan Jurgenson, Fabio Chiusi

Propaganda, social media e manipolazione +info►

Lucia Annunziata, Alan Friedman, Gerardo Greco

Dieci cose da sapere sull'economia italiana prima che sia troppo tardi +info

Guy Standing, Alessandro Gilioli

Reddito di base universale. Un radicale ripensamento del lavoro, del benessere, della libertà +info►

Lirio Abbate, Mario Calabresi

I tempi lunghi del giornalismo d'inchiesta +info►

Campbell Brown

Per una informazione di qualità su Facebook: incontro con Campbell Brown +info►

Lirio Abbate, Peter Gomez

Il traditore. Mafia, politica e giustizia. Incontro con Lirio Abbate e Peter Gomez +info►

Walter Veltroni, Sarah Varetto, Matteo Marani

La Memoria, ‘nemico irreconciliabile’ di ogni razzismo +info►

Alessandro Di Battista, Alessio Viola

Meglio liberi. Lettera a mio figlio sul coraggio di cambiare +info►

Madhav Chinnappa, Jane Barrett

Google News Initiative: costruiamo insieme il futuro del giornalismo +info►

Roberto Recchioni

La fine della ragione +info►

Pierluigi Pardo, Tommaso Labate

Lo stretto necessario e un'estate senza Gli Azzurri +info►

Ernst-Jan Pfauth, Jay Rosen

È possibile un giornalismo senza pubblicità, sponsor o abbonati? +info►

David Neiwert, Leonardo Bianchi

Alt-America: l’ascesa dell’estrema destra nell’era di Trump +info►

David Stillwell, Dino Amenduni

È possibile manipolare psicologicamente gli elettori usando Facebook? +info►

Omar Mohammed (Mosul Eye), Corrado Formigli

Mosul Eye: il blogger che ha svelato al mondo le atrocità dell'ISIS +info►

Noura Ghazi Safadi, Francesca Caferri, Donatella Della Ratta, Marco Ferrari, Igor Legari, Ludovica Manzo, Lulu Shamiyya, Luca Venitucci

Cosa è rimasto della rivoluzione siriana? +info►

Yael Deckelbaum, Meera Eilabouni, Barbara Serra

Israele-Palestina: Donne in marcia per la pace +info►

Misha Glenny, Mario Calabresi

McMafia: dal giornalismo alla serie tv +info►

Vanessa Redgrave, Carlo Nero, Carlotta Sami, Barbara Serra

Il Dolore del Mare +info►

Ferruccio De Bortoli, Paolo Flores D’Arcais

Giornalismo e rivolta. Mezzo secolo dopo il '68 +info►

Giancarlo De Cataldo, Marino Sinibaldi

L’agente del caos. Incontro con uno dei più amati maestri del noir italiano +info►

Elena Cattaneo, Roberto Defez

Scoperta. L’Italia rinasce dalla ricerca scientifica? +info►

Nicola Gratteri, Amalia De Simone, Antonio Nicaso

I fiumi d'oro della mafia: dall'Italia al resto del mondo passando per l'Europa +info►

Roberta Petrelluzzi, Antonio Sofi

Un giorno in pretura: 30 anni di cronaca giudiziaria raccontata da un programma cult. Incontro con Roberta Petrelluzzi +info►

Christian Raimo, Girolamo De Michele

Scuola, uguaglianza e democrazia +info►

Lercio vs Giobbe

Migrazioni e invasioni, tra satira e fake news +info►

Brunori Sas, Luca Valtorta

Musica, teatro, televisione: tutti i mondi di Brunori Sas +info►

Terence Hill, Marianna Aprile, Matilde Bernabei, Mariasole Pollio, Federico Russo

Don Matteo: una fiction per promuovere il territorio, conquistando i giovani +info►

...

A TEATRO

Insert you caption here

David Riondino, Pietro Brunello

Musica e parole: il mito Bob Dylan +info►

Marco Damilano

Un atomo di verità. Il caso Moro e la fine della politica italiana +info►

Marco Travaglio

B. come basta! +info►

Diego Bianchi, Makkox, Marco Damilano, Francesca Schianchi e la band

Propaganda Live +info►

...

PANEL DISCUSSION

Insert you caption here

Indagare sui legami fra crimine organizzato e Governi: gli omicidi di Daphne Caruana Galizia e Ján Kuciak +info►

Peter Bardy (direttore Aktuality.sk), Carlo Bonini (La Repubblica), Maria Gianniti (TG1), Alan Rusbridger (direttore Lady Margaret Hall Univ. di Oxford)

Giornalisti in prima linea e cronisti sotto scorta +info►

Federica Angeli (La Repubblica), Silvio Aparo (direttore VoxPublica.it), Paolo Borrometi (presidente Articolo21), Nello Trocchia (Nemo RAI 2)

Isolamento, querele e bombe +info►

Cecilia Anesi (cofondatrice IRPI), Claudio Cordova (fondatore e direttore Il Dispaccio), Drew Sullivan (cofondatore e direttore OCCRP)

"Se scrivi muori": la lotta per la sopravvivenza e per il diritto all'informazione in Messico +info►

Grozny Compasso (giornalista freelance), Riccardo Noury (portavoce Amnesty International Italia), Tiziana Prezzo (Sky TG24), Cynthia Rodriguez (giornalista freelance)

Network giornalistici e inchieste in paesi autoritari: il caso Turchia +info►

Stefan Candea (European Investigative Collaborations), Zeynep Sentek (The Black Sea), Craig Shaw (giornalista freelance)

Turchia: la repressione dei media e la ricerca di modelli alternativi +info►

Yavuz Baydar (direttore Ahval), Marta Ottaviani (La Stampa), Sarphan Uzunoglu (UiT Arctic University of Norway), Servet Yanatma (Istituto Reuters)

La polarizzazione del giornalismo in Polonia: media, politica e storia +info►

Krzysztof Dzieciolowski (fondatore e CEO Vision House), Jacek Karnowski (direttore Sieci), Agnieszka Romaszewska-Guzy (direttrice Belsat TV), Matt Subieta (CANAL+), Bartosz Weglarczyk (Onet.pl)

Strategie di sopravvivenza per giornalisti in Medio Oriente +info►

Wael Abdel-Fattah (fondatore Medina), Lina Attalah (cofondatrice e direttrice Mada Masr), Lina El Wardani (Ahram Online), Bel Trew (The Times), Cecilia Udden (Swedish Radio)

Medio Oriente: come e perché sta cambiando il panorama dell’informazione +info►

Fares Akkad (head of media partnerships MEAT Facebook), Jessica Dheere (cofondatrice Social Media Exchange), Fatemah Farag (fondatrice Welad Elbalad Media Services), An Xiao Mina (Meedan), Anette Novak (CEO Rise Interactive)

Arte, grafica e nuovi media: aggirare la censura e aprire nuove porte al giornalismo in Medio Oriente +info►

Lina Attalah (cofondatrice e direttrice Mada Masr), Lina El Wardani (Ahram Online), Peter Snowdon (Università di Leiden), Farah Wael (cofondatrice Medina)

L’Egitto di Al-Sisi, tra elezioni, repressione e caso Regeni +info►

Malek Adly (avvocato diritti umani), Maria Gianniti (TG1), Declan Walsh (corrispondente al Cairo The New York Times)

Il giornalismo che "libera" le donne nelle zone di conflitto: la testimonianza delle attiviste Yazide +info►

Luigi Contu (direttore ANSA), Zina Hassan (sfollata interna yazidi), Shayda Hessami (attivista di diritti umani), Andrea Iacomini (portavoce Unicef)

Yemen sotto assedio: come raccontare una guerra dimenticata +info►

Nawal Al-Maghafi (BBC News), Laura Silvia Battaglia (giornalista freelance), Francesca Caferri (La Repubblica)

Afghanistan: dall’intervento Nato all’emergenza Isis. Quali prospettive per il futuro del paese? +info►

Basir Ahang (giornalista e poeta), Dao​u​d Naji (Etilaat-Roz), Amin Wahidi (regista)

Cosa vuole Putin davvero +info►

Fabio Chiusi (giornalista freelance), Hannes Grassegger (giornalista e economista), Andrei Soldatov (direttore Agentura.ru), Galina Timchenko (direttrice Meduza)

Repressione e censura: come i giornalisti possono reagire agli attacchi +info►

Rachael Jolley (direttrice Index on Censorship), Ann Marie Lipinski (Nieman Foundation for Journalism), John Nery (condirettore Philippine Daily Inquirer)

Chi sta investendo nell'Europa dell'Est per un giornalismo libero e indipendente +info►

Robb Montgomery (consulente multimediale), Kristina Ozimec (fondatrice e presidente PINA), Berta Tilmantaite (co-fondatrice Nanook)

L'ONU per un web libero e aperto: un futuro da costruire insieme +info►

Guy Berger (direttore libertà di espressione UNESCO), Fatemah Farag (fondatrice Welad Elbalad Media Services), Raju Narisetti (CEO Gizmodo Media Group), Julie Posetti (Università di Wollongong), Maria Ressa (CEO e direttrice Rappler), Inga Thordar (direttrice CNN Digital International)

40 anni dopo l'appello dei premi nobel: quale politiche di sviluppo per il 21° secolo? +info►

Vittorio Alberti (filosofo e storico), Massimiliano Coccia (Radio Radicale), Penelope Faulkner (Action for Democracy in Vietnam), André Gattolin (senatore En Marche!), Abdirahman Mahdi (co-fondatore Ogaden National Liberation Front), Sam Rainsy (politico cambogiano in esilio), Mona Silawi (Unrepresented Nations and Peoples Organization), Saumura Tioulong (Cambodia National Rescue Party)

La guerra e la forza delle donne +info►

Laura Aprati (giornalista e documentarista), Marco Bova (giornalista e documentarista), Sara Manisera (giornalista freelance), Arianna Pagani (fotografa freelance), Marta Serafini (Corriere della Sera)

A 10 anni dalla crisi, il giornalismo finanziario è migliorato? +info►

Bill Emmott (giornalista e scrittore), Meera Selva (Reuters Institute for the Study of Journalism), Dean Starkman (International Consortium of Investigative Journalists), Cassandra Vinograd (giornalista freelance)

Dai movimenti di protesta internazionali al Movimento 5 Stelle +info►

Giovanna Cosenza (Università di Bologna), Stefano Feltri (vicedirettore Il Fatto Quotidiano), Sofia Ventura (Università di Bologna)

La rete dei populismi: dall'Europa all'America +info►

Leonardo Bianchi (VICE Italia), Carola Frediani (La Stampa), Jason Horowitz (The New York Times), Jacopo Iacoboni (La Stampa)

Il fascismo è tornato. Il giornalismo è parte del problema o della soluzione? +info►

Yasmin Alibhai-Brown (International Business Times), Bettina Figl (Wiener Zeitung), Jean-Paul Marthoz (Le Soir), Jovanka Matic (Istituto di Scienze Sociali di Belgrado), Milica Pesic (direttrice Media Diversity Institute)

Conversazioni pericolose: intervistare criminali e persone violente +info►

Jeanny Gering (Dart Centre for Journalism and Trauma), Susan McKay (giornalista e scrittrice), Gavin Rees (direttore Dart Centre Europe), Drew Sullivan (cofondatore e direttore OCCRP)

Il giornalismo ha ancora bisogno di Wikileaks? +info►

Joseph Cox (Motherboard), Lorenzo Franceschi-Bicchierai (Motherboard), Carola Frediani (La Stampa), Stefania Maurizi (La Repubblica)

Il più grande dei segreti: la vita al NYT all'ombra della guerra al terrore tra scoop e scontri di potere. #ijf18talk di James Risen +info►

Estelle Dehon (Cornerstone Barristers), Stefania Maurizi (La Repubblica), James Risen (The Intercept), Jennifer Robinson (Doughty Street Chambers)

Gli esteri te li racconto: i podcast e la nuova narrazione del mondo +info►

Francesco Costa (vicedirettore Il Post), Giada Messetti (CartaBianca RAI 3), Simone Pieranni (fondatore China Files), Barbara Schiavulli (giornalista e scrittrice)

Il paese dei bambini perduti. La docu-serie investigativa "Veleno" +info►

Alessio Jacona (giornalista freelance), Alessia Rafanelli (co-autrice Veleno), Pablo Trincia (co-autore Veleno)

Viaggio nel voto: le elezioni 2018 tra tv e social +info►

Lorenzo Pregliasco (cofondatore YouTrend), Alessandra Sardoni (Omnibus LA7), Mario Sechi (direttore WE Magazine)

Il futuro del lavoro tra innovazione e diritti +info►

Marta Fana (giornalista freelance), Francesco Seghezzi (direttore Fondazione ADAPT), Riccardo Staglianò (La Repubblica)

Newsfood: parlare di cibo sui media tra gusto, salute, economia e fake news +info►

Dario Bressanini (Università dell'Insubria), Chiara Centamori (consulente), Eleonora Cozzella (Gruppo L'Espresso), Manuela Kron (direttore corporate affairs Nestlé), Luca Piretta (medico specialista), Roberta Russo (AIDEPI)

I nuovi linguaggi del graphic journalism: dal reportage a fumetti al political comic +info►

Lelio Bonaccorso (fumettista), Claudia Brunetto (giornalista e critica teatrale), Gianluca Costantini (artista attivista), Marta Occhipinti (giornalista e saggista), Elettra Stamboulis (curatrice d'arte e scrittrice)

Le persone intersex e transgender: oltre gli stereotipi +info►

Michela Balocchi (ricercatrice e co-fondatrice Intersexioni), Ethan Bonali (attivista transgender), Jane Fae (giornalista e attivista per la libertà sessuale), Storm Turchi (attivista transgender)

Terremoto: lo stato della ricostruzione e il ruolo del giornalismo +info►

Livia D'Andrea (volontaria Brigate di Solidarietà Attiva), Veronica Machiavelli (gruppo Emidio di Treviri), Davide Falcioni (Fanpage.it), Mario Sensini (Corriere della Sera), Andrea Volterrani (Università di Roma Tor Vergata)

Il lettore invisibile. Davvero gli italiani non leggono più? +info►

Loredana Lipperini (Radio 3), Marino Sinibaldi (direttore Radio 3), Annamaria Testa (consulente di comunicazione e scrittrice)

ll caso David Rossi. Le inchieste, gli errori investigativi, la ricerca della verità +info►

Peter Gomez (direttore ilfattoquotidiano.it e FQ MillenniumM), Paolo Mondani (Report RAI 3), Antonio Monteleone (Le Iene, Italia 1), Davide Vecchi (Il Fatto Quotidiano), Sofia Verza (Global Freedom of Expression Initiative)

...

FOTOGIORNALISMO

Credit Francesco Zizola

Fotografare il futuro: raccontare per immagini l’innovazione che cambia il mondo +info►

Incontro con Luca Locatelli, modera Alessio Jacona

Identità e memoria. Il volto umano di fotografia e documentario +info►

Incontro con Matteo Bastianelli, modera Alessio Jacona

Professione fotoreporter: storie, strumenti e nuovi linguaggi +info►

Workshop con Luigi Narici (fotoreporter), Flavia Scalambretti (fotografa), Alessandro Serranò (fotoreporter), Enrica Scalfari (CEO AGF e fotografa)

Dalla Siria a Charlottesville: il potere unico della fotografia di catturare i momenti decisivi +info►

Jeff Israely (cofondatore Worldcrunch), Francesca Sears (Magnum Photos), Francesco Zizola (cofondatore Noor)

TECNOLOGIE, PIATTAFORME E GIORNALISMO

Gli imperativi morali che media e piattaforme dovrebbero seguire +info►

Jeff Jarvis (City University di New York), Indira Lakshmanan (The Poynter Institute), Raju Narisetti (CEO Gizmodo Media Group), Maria Ressa (CEO e direttrice Rappler)

Panico da tecnologia: ma è davvero il nemico? +info►

Madhav Chinnappa (direttore strategic relations Google), Jeff Jarvis (City University di New York), Tanit Koch (ex direttrice Bild), Alan Rusbridger (direttore Lady Margaret Hall Università di Oxford), Jillian York (Jillian York Electronic Frontier Foundation)

Automatizzare il fact-checking? Il ruolo della tecnologia nel processo di verifica +info►

Phoebe Arnold (Full Fact), Sam Dubberley (digital verification corps Amnesty International), Tom Felle (City University London), Mandy Jenkins (Storyful), Jochen Spangenberg (Deutsche Welle)

Come gli smartphone hanno reso il giornalismo più giusto +info►

Geertje Algera (fondatrice Geertje Algera Media), Emma Meese (Centre for Community Journalism Cardiff University), Susan Newhook (University of King’s College), Corinne Podger (mobile journalism consultant)

Raccogliere notizie sui social: implicazioni etiche e nuovi scenari +info►

Fergus Bell (fondatore Dig Deeper Media), Kim Bui (editor-at-large NowThis News), Mandy Jenkins (Storyful)

Il giornalismo può costringere le piattaforme alla trasparenza? +info►

Julia Angwin (ProPublica), Mathew Ingram (chief digital writer Columbia Journalism Review), Taylor Owen (Università della Columbia Britannica), Jay Rosen (Arthur L. Carter Journalism Institute New York University)

I contenuti? È una questione di tecnologia (... e di contenuti) +info►

Carlo Nunez (direttore generale Grupo Henneo), Marco Pratellesi (condirettore Agi), Massimo Russo (direttore divisione digitale Gruppo Espresso), Alessandro Vento (CEO D-Share)

Editori e giornalisti: le questioni etiche in gioco lavorando con i social media +info►

Ryan Kellett (The Washington Post), Yasir Khan (digital media consultant), Ziad Ramley (digital news consultant), Dina Rickman (social media expert), Jillian York (Electronic Frontier Foundation)

L’ERA DEGLI ALGORITMI E DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Insert you caption here

Le nostre vite definite dagli algoritmi e cosa questo significherà per i media +info►

Ingrid Brodnig (editorialista Profil), Christina Elmer (Spiegel Online), Mathew Ingram (chief digital writer Columbia Journalism Review), Daniela Kraus (direttrice FJUM)

Algoritmi, sorveglianza digitale ed elezioni: i casi Italia e Argentina +info►

Claudio Agosti (Good Technology Collective), Renata Avila (Creative Commons), Federico Sarchi (giornalista)

Tutti i segreti dell'ecosistema informativo +info►

Mark Frankel (social media editor BBC News), Renée Kaplan (The Financial Times), Matt McAlister (co-fondatore Kaleida), Nic Newman (Istituto Reuters)

Automazione, realtà aumentata e intelligenza artificiale in redazione +info►

Garrett Goodman (VP business development EMEA Wochit), Andrea Iannuzzi (responsabile progetto Rep:), Francesco Marconi (Associated Press), Anne-Marie Tomchak (direttrice Mashable UK)

Esperienze di robot journalism nel Sud del Mondo +info►

Justin Arenstein (direttore Code For Africa), Catherine Gicheru (direttrice Code for Kenya), Jacopo Ottaviani (ICFJ Knight Fellow Code for Africa), Chris Roper (ICFJ Knight Fellow), Nasr ul Hadi (Knight Fellow International Center for Journalists)

PROPAGANDA E DISINFORMAZIONE

Insert you caption here

Meme, giornalismo e disinformazione visiva +info►

Jennifer 8. Lee (cofondatrice e CEO Plympton), An Xiao Mina (Meedan), Connie Moon Sehat (direttrice NewsFrames Global Voices), Farida Vis (direttrice Visual Social Media Lab)

Come vincere la lotta contro la disinformazione? +info►

Peter Bale (direttore WikiTribune), Joyce Barnathan (presidente ICFJ), Jennifer Choi (News Integrity Initiative CUNY), Indira Lakshmanan (The Poynter Institute), Craig Newmark (fondatore craigslist & Craig Newmark Foundation), Vivian Schiller (membro Scott Trust)

Prospettive e problemi del dibattito sulla disinformazione +info►

Alexios Mantzarlis (direttore International Fact-Checking Network), Martin Moore (King's College Università di Londra), Rasmus Nielsen (Reuters Institute for the Study of Journalism), Farida Vis direttrice (Visual Social Media Lab)

Giornalismo sotto attacco: disinformazione, censura, sorveglianza e attentati +info►

Guy Berger (direttore libertà di espressione UNESCO), Julie Posetti (Università di Wollongong), Courtney Radsch (Committee to Protect Journalists), Maria Ressa (CEO e direttrice Rappler), Jay Rosen (Arthur L. Carter Journalism Institute New York University)

Political bots, disinformazione a portata di mouse +info►

Renato Gabriele (IT architect), Giulia Seno (ANSA), Manuela Vacca (giornalista)

Fake news: non bertele tutte! +info►

Salvatore Aranzulla (fondatore Aranzulla.it), Cristina Broch (director of communications Coca-Cola Italia), Matteo Grandi (direttore Piacere Magazine), Pinuccio (attore e regista)

Disinformazione e intelligenza artificiale: sfide e opportunità +info►

Ed Bice (CEO Meedan), Lisa-Maria (Neudert Oxford Internet Institute), Martin Robbins (Factmata), Amy Zhang (MIT Computer Science & Artificial Intelligence Lab)

Siamo sicuri che il problema siano le fake news? +info►

Bill Adair (Sanford School of Public Policy Duke University), Phoebe Arnold (Full Fact), Polly Curtis (direttrice HuffPost UK), Alexios Mantzarlis (direttore International Fact-Checking Network)

Costruiamo insieme una cassetta degli attrezzi contro la disinformazione +info►

Magda Abu-Fadil (direttrice Media Unlimited), George Brock (giornalista e scrittore), Dan Gillmor (Università dell'Arizona), Barbara Huppe (Hubii), Bertrand Pecquerie (CEO Global Editors Network)

MODELLI DI BUSINESS E CULTURA DIGITALE

Insert you caption here

Il business dell'informazione oltre la pubblicità +info►

Janine Gibson (direttrice BuzzFeed UK), Renée Kaplan (The Financial Times), Raju Narisetti (CEO Gizmodo Media Group), Rasmus Nielsen (Reuters Institute for the Study of Journalism)

Lavorare con i propri lettori-sostenitori per un giornalismo più forte +info►

Emily Goligoski (Membership Puzzle Project), Maaike Goslinga (De Correspondent), Andrea Hart (cofondatrice City Bureau), Damian Osta (co-fondatore e CEO La Diaria), Rebecca Quarls (The Texas Tribune)

Facebook-Editori fine di una storia? E ora che si fa? +info►

Mario Calabresi (direttore La Repubblica), Raju Narisetti (CEO Gizmodo Media Group), Aron Pilhofer (Temple University), Vivian Schiller (membro Scott Trust)

La politica a sostegno del giornalismo di qualità +info►

Pam Bartlett Quintanilla (Greens/EFA Parlamento europeo), Benedek Javor (deputato Parlamento europeo), Rasmus Nielsen (Reuters Institute for the Study of Journalism), Julia Reda (deputato Partito Pirata Parlamento europeo), Drew Sullivan (cofondatore e direttore OCCRP)

Gestire il cambiamento digitale +info►

Matt Danzico (fondatore NBC Left Field), Esra Dogramaci (Deutsche Welle), Mark Little (CEO e cofondatore Neva Labs), Inga Thordar (direttrice CNN Digital International), Anne-Marie Tomchak (direttrice Mashable UK)

Il giornalismo e la sua community: il ruolo degli eventi live +info►

Louis Dreyfus (CEO Group Le Monde), Renée Kaplan (The Financial Times), Florence Martin-Kessler (fondatrice Live Magazine), Jakob Moll (cofondatore e CEO Zetland)

La community? Va ben oltre la conversazione +info►

Jennifer Brandel (co-fondatrice e CEO Hearken), Alison Gow (Trinity Mirror Regionals), Jeff Jarvis (City University di New York), Lea Korsgaard (cofondatrice e direttrice Zetland)

Mettersi in ascolto accresce la fiducia. Come aiutare la tua redazione ad ascoltare i lettori +info►

Jennifer Brandel (co-fondatrice e CEO Hearken), Jennifer Choi (News Integrity Initiative CUNY), Andrew Haeg (fondatore e CEO GroundSource), Ernst-Jan Pfauth (co-fondatore e CEO De Correspondent), Tracie Powell (Democracy Fund)

INFORMAZIONE LOCALE

Insert you caption here

Favorire l'innovazione nell'informazione locale: il punto di vista dei finanziatori +info►

Ludovic Blecher (direttore Digital News Initiative Google), Molly de Aguiar (direttrice News Integrity Initiative), Nishant Lalwani (Omidyar Network), Sameer Padania (consulente Macroscope), Nienke Venema (direttrice Stichting Democratie en Media)

I grandi media internazionali e l'informazione locale +info►

Polly Curtis (direttrice HuffPost UK), Alison Gow (Trinity Mirror Regionals), Blathnaid Healy (direttrice CNN Digital International), Dmitry Shishkin (BBC World Service)

La rivoluzione del giornalismo regionale in Germania +info►

Daniel Bouhs (media correspondent ARD), Wolfgang Buchner (CCO Madsack Media Group), Steffi Dobmeier (direttrice Funke Zentralredaktion Online), Michael Krechting (direttore Neue Osnabruecker Zeitung)

Perché il giornalismo locale è diventato così importante +info►

Andy Kaltenbrunner (direttore Medienhaus Wien), Peter Laufer (Università dell'Oregon), Jost Lubben (direttore Westfalenpost), Edith Michaeler (Forum Journalism and Media)

Cosa significa il declino del giornalismo locale per le nostre democrazie +info►

John Crowley (giornalista), Steffi Dobmeier (direttrice Funke Zentralredaktion Online), Tom Felle (City University London), Alison Gow (Trinity Mirror Regionals), Isabelle Roughol (international managing editor LinkedIn)

MIGRANTI E CRISI UMANITARIE

Insert you caption here

Credit Hannah McKay

Luci e ombre dei corridoi umanitari: funzionamento, prospettive e rappresentazione mediatica +info►

Laura Silvia Battaglia (giornalista freelance), Marta Cosentino (giornalista freelance), Gaëlle Courtens (portavoce FCEI), Oliviero Forti (Caritas Italia), Gennaro Giudetti (operatore umanitario)

Reputazione, comunicazione e fiducia. La società civile tra informazione e fake news +info►

Lucia Annunziata (direttrice L'Huffington Post Italia), Paola Barretta (Osservatorio di Pavia), Marco De Ponte (segretario generale ActionAid), Gabriele Eminente (direttore generale Medici Senza Frontiere)

Raccontare la crisi umanitaria del popolo dei Rohingya +info►

Aela Callan (regista di documentari), Sam Dubberley (digital verification corps Amnesty International), Tirana Hassan (Amnesty International), Hannah McKay (Reuters)

Scrivere sulla frontiera. Ricordo di Alessandro Leogrande +info►

Maurizio Braucci (scrittore, sceneggiatore e regista), Mario Desiati (scrittore), Emiliano Morreale (Università La Sapienza di Roma), Lorenzo Pavolini (Radio 3)

Ciao mamma, vado in Africa +info►

Nicola Berti (regista di documentari), Matteo Bottecchia (Medici con l’Africa Cuamm), Laura Pertici (vicedirettrice area digitale Gedi), Paolo Ruffini (direttore TV2000), Francesca Tognon (dottoranda in Medicina)

Empatia o sensazionalismo? Crisi umanitarie, opportunità e rischi del formato video 360° +info►

Marc Ellison (fotogiornalista), Joe Inwood (BBC World Service), Viktorija Mickute (Contrast VR), Joffrey Monnier (Medici Senza Frontiere)

Il trauma emotivo dei giornalisti che coprono la crisi dei rifugiati +info►

Anthony Feinstein (Università di Toronto), Helen Long (Reuters), Hannah Storm (direttrice International News Safety Institute), Will Vassilopoulos (giornalista freelance)

Europa e Libia: quello che non vediamo della crisi dei rifugiati +info►

Daniel Howden (Refugees Deeply), Francesca Mannocchi (reporter freelance), Alessio Romenzi (fotografo freelance)

Immigrazione: per una “comunicazione positiva” +info►

Paolo Brivio (Italia Caritas), Paolo Giulietti (vicario generale Diocesi di Perugia – CdP), Mario Morcellini (commissario AGCOM), Paola Springhetti (direttore Reti Solidali), Maria Rita Valli (direttore La Voce)

Dove c'è strage di diritto, c'è strage di popoli. Un racconto inedito delle repressioni mondiali +info►

Massimiliano Coccia (Radio Radicale), André Gattolin (senatore En Marche!), Laura Harth (attivista di diritti umani), Dolkun Isa (Unrepresented Nations and Peoples Organisation), Jianli Yang (presidente Initiatives for China)

Rotte finanziarie e rotte migratorie +info►

Lorenzo Bagnoli (giornalista freelance), Daniel Howden (Refugees Deeply), Marina Petrillo (giornalista e scrittrice), Nancy Porsia (giornalista freelance), Giacomo Zandonini (giornalista freelance)

CAMBIAMENTO CLIMATICO

Insert you caption here

Nuovi modi per raccontare il cambiamento climatico +info►

Rina Tsubaki (European Forest Institute), Elisabetta Tola (fondatrice Formicablu), Alok Jha (Wellcome Trust)

L'alleanza scienza-giornalismo per raccontare in modo innovativo il cambiamento climatico +info►

Jonathan Gray (King’s College London), Alok Jha (Wellcome Trust), Viktorija Mickute (Contrast VR), John Reilly (co-director MIT Joint Program), Alan Rusbridger (direttore Lady Margaret Hall University di Oxford), Elisabetta Tola (fondatrice Formicablu), Rina Tsubaki (European Forest Institute)

Giornalismo e cambiamento climatico: adattarsi al nuovo mondo +info►

Enzo Arceri (Giornale Radio RAI), Elisa Calliari (Università Ca’ Foscari di Venezia), Enrica De Cian (Università Ca' Foscari di Venezia), Marco Merola (giornalista scientifico e divulgatore), Michele Torsello (dirigente #ItaliaSicura Presidenza del Consiglio dei Ministri)

WORKSHOP

Insert you caption here

Come ogni anno tornano gli appuntamenti con Law&Order, una serie di workshop specifici per approfondire e prepararsi agli aspetti giuridici della professione e il filone Data Journalism. Ci saranno anche gli dedicati alla Media literacy, per i più piccoli con due appuntamenti su giornalismo e su coding per bambini e ragazzi fino ai 14 anni. Previsti anche i workshop formativi tenuti da Facebook e Google. Oltre 50 workshop gratuiti aperti a tutti, non solo ai giornalisti.

Selezione e critica delle fonti nel giornalismo economico +info►

Giorgio Meletti (Il Fatto Quotidiano)

Whistleblower. Storia di un'inchiesta interna al Sole 24 Ore +info►

Nicola Borzi (Il Sole 24 Ore)

Repressione e censura: come i giornalisti possono reagire agli attacchi +info►

John Nery (condirettore Philippine Daily Inquirer), Tirana Hassan (Amnesty International)

Giornalismo, automazione e intelligenza artificiale +info►

Gary Rogers (cofondatore e direttore Urbs Media), Lisa Gibbs (Associated Press)

Solutions journalism: il giornalismo che cerca soluzioni ai problemi +info►

Samantha McCann (Solutions Journalism Network), Nina Fasciaux (Solutions Journalism Network)

Costruire e smascherare una campagna di disinformazione +info►

Mandy Jenkins (Storyful), Kim Bui (editor-at-large NowThis News)

PRESENTAZIONI

Insert you caption here

Automazione e fact-checking in tempo reale +info►

Bill Adair (Sanford School of Public Policy Duke University)

Voice news: la fruizione di notizie ai tempi dell'Intelligenza Artificiale e degli assistenti vocali +info►

Max Amordeluso (lead evangelist Alexa Amazon Europe)

Algoritmi, potere, responsabilità +info►

Julia Angwin (ProPublica)

Storie di innovazione nel servizio pubblico +info►

Hervé Brusini (direttore FranceInfo), Antonella Di Lazzaro (direttrice social media e digital marketing Rai), Ezra Eeman (head of digital European Broadcasting Union), Mika Rahkonen (YLE - Finnish Broadcasting Company), Wilfried Runde (Deutsche Welle)

WikiTribune: l'informazione ha un problema e noi possiamo risolverlo +info►

Orit Kopel (co-fondatrice WikiTribune), Dan Gillmor (Università dell’Arizona)

Scintille: gli studi sui media dei ricercatori Reuters Institute +info►

Otto ricercatori del Reuters Institute for the Study of Journalism - dal Botswana alla Finlandia - presenteranno le loro ricerche su diritti umani violati in Turchia, giornalismo investigativo in Sud Africa, visual storytelling su mobile, il giornalismo di dati in piccole redazioni, il giornalismo ambientale e la rivoluzione digitale nelle redazioni in Kenya

Community e mobile storytelling +info►

Yusuf Omar (cofondatore Hashtag Our Stories)

Terapia di gruppo con De Correspondent: errori e gaffe che insegnano a fare community +info►

Maaike Goslinga (De Correspondent), Jessica Best (De Correspondent)

NowThis @Newsroom: quando il lavoro sul campo e sui social uniscono le forze +info►

Kim Bui (editor-at-large NowThis News), Andy Carvin (direttore NowThis News)

Indagare Facebook a livello globale usando il machine learning +info►

Christina Elmer (Spiegel Online), Jeff Larson (ProPublica)

Le sfide di raccontare storie "dimenticate" dal Sud del mondo +info►

Vishal Manve (Agence France Presse), Rajesh Prabhakar (fixer)

Come truccare una partita ai Mondiali: la corruzione globalizzata che minaccia lo sport +info►

Declan Hill (giornalista e scrittore)

Insegnare agli studenti europei il pensiero critico +info►

Wilfried Ruetten (ex direttore European Journalism Centre), Juliane von Reppert-Bismarck (fondatrice Lie Detectors)

LIBRI

Insert you caption here

Sergio Rizzo, Mario Seminerio

Il pacco. Indagine sul grande imbroglio delle banche italiane +info►

Cecilia Strada, Tiziana Prezzo

La guerra tra noi +info►

Annalena Benini, Serena Danna

La scrittura o la vita +info►

Luigi Manconi, Ali Ehsani

Non sono razzista, ma +info►

Massimo Mantellini, Mario Calabresi

Bassa risoluzione +info►

Ruth Palmer, Anna Masera

Quando le persone "comuni" diventano notizia +info►

Federico Varese, Giancarlo De Cataldo

Vita di mafia. Amore, morte e denaro nel cuore del crimine organizzato +info►

#UsToo

Insert you caption here

Quest’anno abbiamo deciso di dedicare una serie di incontri, tra workshop e panel discussion, alle donne e ai temi legati alla violenza di genere ma non solo.

Genere, violenza, molestie: buone pratiche per gli operatori media +info►

Giulia Blasi (workshop con riconoscimento crediti formativi dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti)

Integrare la diversità nelle redazioni +info►

Diane Kemp (Università di Birmingham), Lydia Lange (Rundfunk Berlin Brandenburg), Doug Mitchell (fondatore e direttore Next Generation Radio), Reshma Rumsey (ITV News)

Come le donne hanno cambiato il ruolo dei corrispondenti dall'estero +info►

Alison Baskerville (fotografa), Nima Elbagir (CNN), Anna Holligan (corrispondente esteri BBC), Jina Moore (The New York Times), Douce Namwezi N'Ibamba (direttrice AFEM), Cassandra Vinograd (giornalista freelance)

Da #metoo a #quellavoltache: il movimento di protesta contro le molestie sessuali e il dibattito in Italia +info►

Giulia Blasi (Hashtag Radio 1), Tiziana Ferrario (TG1), Dino Giarrusso (Le Iene, Italia 1) Flavia Perina (giornalista e scrittrice), Claudia Torrisi (giornalista)

Relazioni brutali: ruolo e responsabilità di media e pubblicità nella violenza di genere +info►

Annamaria Arlotta (attivista), Chiara Centamori (consulente e project manager), Elisa Giomi (Università di Roma Tre), Riccardo Iacona (Presadiretta RAI 3), Giovanni Scatassa (vice direttore marketing Rai)

#UsToo: abusi sessuali, minacce di genere e libertà di stampa +info►

Susan McKay (giornalista e scrittrice), Jina Moore (The New York Times), Alexis Okeowo (The New Yorker), Bruce Shapiro (direttore Dart Center for Journalism & Trauma)

La violenza sessuale come arma per costringere le donne al silenzio +info►

Lina Attalah (cofondatrice e direttrice Mada Masr), Anna Lekas Miller (giornalista freelance), Rosa Meneses (El Mundo), Tracie Powell (Democracy Fund), Courtney Radsch (Committee to Protect Journalists)

Molestie sessuali nelle redazioni +info►

Jasmine Andersson (PinkNews), Megha Mohan (BBC News), Emily Reynolds (giornalista e scrittrice), Louise Ridley (giornalista freelance), Hannah Storm (direttrice International News Safety Institute)

TUTTI A SCUOLA!

Insert you caption here

È la sezione del Festival dedicata a bambini e ragazzi a cura di KIDSBIT. Un luogo in cui sviluppare competenze di cittadinanza digitale, media literacy e coding attraverso workshop, giochi e discussioni rivolti a piccoli e grandi esploratori digitali da 6 a 18 anni. Per imparare insieme a vivere positivamente il web con l'obiettivo di fare della mente e del cervello uno strumento di verifica dei fatti.

Farà parte di questo filone, inoltre, l’incontro con Roberta Cavallo

Come preparare al meglio genitori e bambini per il nuovo mondo tecnologico +info►

DOCUMENTARI

Insert you caption here

Il Dolore del Mare. Incontro con Vanessa Redgrave +info►

In anteprima al Festival la proiezione del documentario di Vanessa Redgrave, per la prima volta nella veste di regista

Daphne. Chi era Daphne Caruana Galizia e perché è stata uccisa? +info►

Proiezione in anteprima del documentario di Carlo Bonini e Giuliano Foschini. A cura di La Repubblica

Hitler contro Picasso e gli altri. L’ossessione nazista per l’arte +info►

A cura di Sky. Segue incontro con Sabina Fedeli, giornalista e sceneggiatrice del film, Jean-Marc Dreyfus, storico e autore del libro Il Catalogo di Göering, Anne Webber, cofondatrice e condirettrice Commission for Looted Art in Europe, Roberto Pisoni, direttore di Sky Arte

Fuori fuoco +info►

Anteprima assoluta del film documentario. Produzione Alba Produzioni, Rai Cinema, Casa Circondariale di Terni